CHI SONO

io1

Mi chiamo Sara Stella  Caposio, sono INSEGNANTE DI YOGA certificata (200 RYT), DOULA e COUNSELOR PROFESSIONISTA a TORINO e MONCALIERI.

Per anni studio e approfondisco il concetto di femminile e nel mentre mi formo come counselor per avere competenze relazionali specifiche. Divento quindi doula per stare accanto alle donne, accompagnare e facilitare la fase di passaggio che va dalla gravidanza al puerperio, per sostenerle e farle sentire competenti. 

Incontro lo yoga nel 2003 durante un periodo di 6 mesi come volontaria in Chiapas, Messico. Me ne innamoro e non lo lascio più.

 

Il lavoro da doula mi porta a stare accanto a molte donne, ad ascoltare le loro storie, a dar loro un aiuto pratico e allo stesso tempo un sostegno emotivo.

Propongo anche percorsi femminili  leggeri e profondi allo stesso tempo: gioco, cucina e chiacchiere. Occuparsi del proprio benessere è una cosa seria che può essere allo stesso tempo molto divertente.

-dai un’occhiata a le stagioni nella donna-

In un impasto di competenze tra la doula e il counseling, penso anche ai papà. Gli uomini contemporanei sono uomini nuovi ma spesso legati a modelli vecchi e per tanto desiderosi di avere degli spunti per far emergere quel nuovo modo di essere che sentono ma di cui non hanno familiarità.
Proprio per loro ci sono percorsi brevi, pillole di un unico incontro, che funzionano come delle finestre su diverse possibilità da approfondire a piacimento.

-se ti senti un papà che vuole saperne di più puoi andare a curiosare qui –

ALTRE COSE SU DI ME

Sono sposata e sono mamma di due bimbi

Vivo nel verde e amo la mia casa: un posto magico

Dipingo: dagli acquerelli agli smalti usando diverse tecniche. Mi piace che i miei lavori siano onirici ed evocativi. Tutte le illustrazioni e quasi tutte le foto su questo sito sono opera mia

Leggo poesie: Pessoa, Dickinson, Racca, Belli, Merini…Sono spesso ispirazione per dipingere e strumenti per dare suggestioni nel mio lavoro da Art Counselor

Mi piace il realismo magico degli autori sud americani e mi perdo nella nostalgia di Pavese

Penso che prima o poi farò un bel corso di canto